sono padre1Progetto realizzato dal Melograno di Treviso in collaborazione con i Comuni di Carbonera (TV) e Silea (TV)  per offrire a tutte le neo-nate mamme, attraverso l’invio a casa di personale specializzato, uno strumento utile per intraprendere, nel modo più adeguato, il nuovo ruolo diMamma, riducendo ansia e stress, la sensazione di sentirsi sole, non sufficientemente supportate da famiglia ed esperti, la difficoltà a trovare qualcuno con cui condividere le nuove esperienze e a cui rivolgersi per un consiglio .
L’obiettivo è “Curare chi cura”, sostenendo, ascoltando e aiutando praticamente una donna appena divenuta Madre.

Per informazioni

Scheda Progetto

Cosa

“E’ nata una mamma” consiste in alcuni interventi domiciliari (per un totale di 6 ore) effettuati da parte di un’operatrice, nell’arco dei primi 40 giorni di vita del neonato, con molteplici finalità.

Come

Operatrici qualificate affiancano la mamma, con una presenza rispettosa, offrendo il loro aiuto durante l’allattamento, nelle cure al bambino, nel capire i suoi segnali e i suoi bisogni.

Le operatrici condividono le difficoltà di ciascuna madre, l’aiutano a trovare soluzioni, ne valorizzano le capacità.

Propongono un aiuto per conoscere e utilizzare al meglio i servizi sanitari e sociali disponibili sul territorio.

L’intervento ha i seguenti obiettivi:

- innanzitutto facilitare l’instaurarsi ed il consolidarsi della relazione di attaccamento madrefiglio, aiutare la madre a sviluppare empatia nei confronti del proprio bambino, a cogliere i suoi
segnali, a rispondere in modo “sufficientemente tempestivo”ai suoi bisogni. La mamma , insieme alla sua famiglia, è sostenuta nell’imparare a conoscere il nuovo nato, con le sue caratteristiche temperamentali già uniche.

- Stimolare le innate capacità di accudimento di cui ciascun genitore è naturalmente dotato. Si esplorano i modelli impliciti di accudimento che i genitori mettono in atto ma di cui possono
non avere piena consapevolezza (ad esempio concettualizzando le differenze tra “bisogni” e “capricci”, tra “coccole” e “vizi”) . Si sostengono i genitori nell’orientarsi tra le numerose  informazioni che vengono fornite loro su come educare i propri figli, attraverso lo sviluppo di una serena capacità di giudizio critico.

- attuare, laddove necessario, un peer counselling per l’allattamento al seno ( cioè una consulenza da mamma a mamma) , fornendo informazioni ed aiuto pratico, offrendo un sostegno che
mantenga alta la motivazione della mamma ad allattare, ed aiutandola a scoprirsi (o a riscoprirsi) naturalmente capace di farlo. Si mette l’accento sull’allattamento come una prima, fondante esperienza relazionale tra mamma e bambino. Nei casi di allattamento esclusivamente artificiale si esplorano i vissuti connessi alla specifica situazione, offrendo sostegno alla puerpera. In seguito il counselling sull’allattamento può trovare il proprio naturale completamento nel percorso di introduzione all’alimentazione complementare, in cui si pone l’accento sull’aspetto relazionale del passaggio ai cibi solidi, primo vero distacco dalla madre, e sugli aspetti educativi di questa fase di sviluppo ( ad esempio non imporre il cibo ma proporlo; non distrarre il bambino per farlo mangiare, ma aiutarlo a concentrarsi sul qui ed ora dell’esperienza che sta vivendo; non ingannarlo, ma rispettarlo nei suoi tempi, modi e gusti)

- offrire spunti di riflessione sull’impatto dell’arrivo del nuovo nato all’interno delle reti di relazioni familiari: cambiamento nella relazione con se stessi, nella relazione di coppia, nelle relazioni con le famiglie di origine, offrendo un particolare spazio al counselling sulle delicate ed onnipresenti dinamiche di gelosia tra fratelli.

- Offrire materiale informativo riguardo i diritti dei neogenitori e del nuovo nato, informando dell’esistenza di bandi di concorsi per l’erogazione di varie tipologie di contributi economici ed iniziative comunali volti al sostegno delle famiglie.

Informazioni

Sede Melograno, Centro Informazione Maternità e Nascita di Treviso, Via dei Dall’Oro, 19 - Tel. 329 35 76 008 - E-mail: centro@melogranotv.org

Presentazione progetto